martedì 19 giugno 2018

Il 20 giugno a Tramonti dibattito-spettacolo per ricordare il ’68

Le “Contaminazioni” nell’arte di Alfonso Ottomana, Viviana Bottone, Enrico Liguori, e i romanzi di Andrea Cataldi e Alberto Sant’Elia il 21 giugno ad Amalfi

La “rivoluzione” del 1968 come ha cambiato la società, la politica, la scuola, la cultura, il cinema, l’umorismo, la musica, lo sport? Il direttore organizzativo di incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone, nella ricorrenza del cinquantenario, ne parla Mercoledì 20 giugno nell’Aula Consiliare del Comune di Tramonti, in località Polvica, con la sociologa e atleta Annamaria Caso, la dirigente scolastica Solange Hutter, l’ex primo cittadino di Maiori Antonio Della Pietra, lo scrittore e critico letterario Raffaele Messina, lo scrittore d’humour Lucio Rufolo, il cantautore Lino Blandizzi, l’esperto di cinema Giancarlo Barela. Appuntamento alle ore 20.00 con il dibattito-spettacolo “’68 cosa?”, con il patrocinio del Comune di Tramonti.

La XII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo prosegue invece Giovedì 21 giugno ad Amalfi gli appuntamenti con i “Salotti letterari” con gli autori in concorso per il Premio costadamalfilibri, maiolica realizzata dal maestro ceramista vietrese Nicola Campanile, e le due sezioni “GialloNoir” e “Antologie”, premiate con opere della pittrice salernitana Ida Mainenti. La kermesse culturale, che gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea, sarà preceduta alle ore 19.30 presso la Sala don Andrea Colavolpe dal vernissage d’inaugurazione di “Contaminazioni”, una mostra d’arte che mette a confronto 3 artisti della Costa d’Amalfi diversi tra loro: Alfonso Ottomana, Viviana Bottone ed Enrico Liguori. Alle ore 20.00 al Salone Morelli del Comune di Amalfi ospiti saranno gli scrittori Andrea Cataldi con “Ivano dei miracoli” (Letteratura Alternativa) e Alberto Sant’Elia con “Gli uni e gli altri” (Reginè).
Ne parla con gli autori il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone.

Il protagonista di “Ivano dei miracoli” dello scrittore-poeta amalfitano Andrea Cataldi, è un uomo dal carattere debole e suggestionabile, che dopo la morte del padre, figura di assoluto riferimento per lui, vede cadere una dopo l’altra tutte le certezze su cui aveva basato tutta la sua vita. Il giorno in cui viene convocato da un avvocato divorzista per mettere fine al suo rapporto con l’ambiziosa moglie Giovanna, viene colpito dall’impulso di non presentarsi all’appuntamento: ruba una bicicletta e scappa via da tutto e da tutti. Arrivato in un paese di campagna che sembra rimasto immune dal progresso e dalla modernità, incontra alcuni personaggi un po’ stravaganti e alquanto sopra le righe. Un incontro che gli cambierà la vita: l’amicizia con una strana ragazza di nome Elfrida, una giovane donna dai trascorsi oscuri e misteriosi, che convive con un bambino che per comunicare usa esclusivamente il verso degli uccelli. Vittima di una lunga serie di equivoci, Ivano vedrà rivoluzionare completamente la sua immagine di uomo integerrimo, e si ritroverà a fare i conti con il suo bizzarro alter ego.

In “Gli uni e gli altri” dello scrittore partenopeo Alberto Sant’Elia, Vittorio, durante un soggiorno napoletano, cerca risposte alla sua inquietudine. Conoscerà Eddy, libraio colto, dedito al suo lavoro e Susanna, donna enigmatica e sfuggente. Tre solitudini che s'incontrano in una Napoli quasi magica che accoglie il cammino misterioso, intenso, fortemente emotivo dei tre personaggi, legati da un'improvvisa e speciale dinamica relazionale. Un'antica libreria sarà il suggestivo scenario del loro vissuto.