lunedì 18 giugno 2018

Cappella di Villa Bruno

La cappella gentilizia di villa Bruno in San Giorgio a Cremano (Napoli) che fu fondata nel settecento la data è stata ricavata da alcuni documenti (inseriti in alcuni testi pubblicati nel 2012) che attestano i pagamenti alle maestranze che hanno lavorato in questa Cappella. In particolare risale al 1762 il pagamento dello sportello d'argento del tabernacolo che è opera di Giuseppe Guariniello e risale allo stesso anno anche la colomba dello Spirito Santo che si trova all'altare.

In mostra nell'ambito dell'evento dal titolo “#iltesorosvelato” sono stati svelati quelli che erano gli oggetti e gli abiti liturgici che si trovavano all'interno della Sacrestia della Cappella. Tra gli oggetti ci sono dei messali il più antico risale al 1802.

Una nota particolare della cappella è il pavimento in riggiole maiolicate di una bottega del settecento napoletano. Altra particolarità sono le due porte perché la porta che si apre sotto al vestibolo che è sormontata dalla statua di stucco di San Michele Arcangelo è quella settecentesca. Dopo il 1820 fu poi aperta quella verso l'esterno perché uno dei fratelli Righetti, Giuseppe, era sacerdote e chiese alla curia di Napoli di poter celebrare messa aperta al pubblico e all'epoca il regolamento della curia prevedeva che ciò si poteva fare soltanto con l'apertura di una porta verso l'esterno, quindi su strada pubblica. Quindi dopo il 1820 arrivò questa autorizzazione grazie ad una bolla papale.

Si propongono alcune foto della Cappella:








Bicentenario dalla nascita di Angelo Secchi

Quest'anno, il 2018, si celebra il Bicentenario dalla nascita di Angelo Secchi, gesuita, padre della moderna astrofisica, con i suoi pionieristici studi di spettroscopia stellare.

 Frontespizio di questo di una copia di un testocontrassegnata dal Comitato organizzatore.
"Al P. Angelo Secchi nel XXV dalla morte il Comitato Romano" - Roma, Desclée, Lefebvre e C., 1903.

Padre Pietro Angelo Secchi (Reggio nell'Emilia, 28 giugno 1818 – Roma, 26 febbraio 1878) è stato un gesuita, astronomo e geodeta italiano, fondatore della spettroscopia astronomica. Fu direttore dell'Osservatorio del Collegio Romano e si occupò per primo di classificare le stelle in classi spettrali.

Venerdì 22 giugno, alle ore 12.00, al Madre · museo d'arte contemporanea Donnaregina di Napoli, si terrà l’anteprima stampa delle tre nuove mostre del suo programma estivo, a cura di Andrea Viliani con Silvia Salvati.

Articolandosi fra retrospettive storiche e sostegno alla ricerca artistica operante sul proprio territorio, le tre nuove mostre riaffermano il radicamento e la proiezione del museo regionale campano nel contesto italiano ed internazionale:

  • 360°, la prima mostra retrospettiva, che raccoglie circa novanta opere dagli anni sessanta a nuove commissioni concepite per la mostra, dedicata all'artista svizzero John Armleder, al terzo piano del museo di Via Settembrini;
  • il nuovo capitolo del progetto in progress Per_formare una collezione. Per un archivio dell'arte in Campania, che arricchisce la collezione permanente con quindici nuove opere esposte nella Sala delle Colonne al primo piano, nelle Sale Facciata al secondo piano e nella Sala Show_Yourself@Madre al piano terra;
  • l'installazione site-specific permanente Passaggio della Vittoria di Paul Thorel, sulle quattro pareti del passaggio tra Cortile centrale e Cortile delle sculture (con il sostegno di Mutina for Art).

Interverranno:
Laura Valente – Presidente, Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee
Andrea Viliani – Direttore, Museo Madre
Letizia Ragaglia – Direttore, Museion

Seguirà visita alle mostre con i curatori e incontri con John Armleder, gli artisti del nuovo capitolo del progetto in progress Per_formare una collezione. Per un archivio dell'arte in Campania e Paul Thorel.

UN ECO PER TUTTI

Mercoledì 20 giugno 2018, alle ore 18,00 a Roma, presso lo Studio Arte Fuori Centro, via Ercole Bombelli 22, si inaugura la mostra Un Eco per tutti a cura di Clorinda Irace.
L’esposizione rimarrà aperta fino al 6 luglio, secondo il seguente orario: dal martedì al venerdì dalle 17,00 alle 20,00, altri orari su appuntamento.

L’evento è il secondo appuntamento di Spazio Aperto 2018 ciclo di quattro mostre in cui l’associazione culturale Fuori Centro invita gallerie e critici a segnalare ambiti di ricerca in cui delineare i percorsi e gli obiettivi che si vanno elaborando nelle multiformi esperienze legate alla sperimentazione.

UN ECO PER TUTTI, evento promosso dall’associazione napoletana TempoLibero presieduta da Clorinda Irace, è stato inaugurato nel giugno 2016 presso il Museo Archeologico di Napoli per poi proseguire con esposizioni itineranti nelle città di Pescara e Agropoli.
In seguito la mostra è stata ospitata presso la Miami Beach Regional Library, principale biblioteca di Miami, curata da Oscar A. Fuentes e patrocinata dalle sedi americane dell’istituto Italiano Di Cultura e dalla Società Dante Alighieri

La mostra UN ECO PER TUTTI, nata da un’idea di Clorinda Irace e Tony Stefanucci con allestimento curato da Alexandra Abbate, si è andata evolvendo nelle varie edizioni grazie  alla partecipazione progressiva di nuovi autori: pittori, scultori, fotografi, poeti, scrittori, che con le loro diversità espressive hanno arricchito, di volta in volta, l’evento.

Le opere-segnalibro, di dimensione 30 x 10 cm, vogliono evocare la grande opera letteraria di Umberto Eco che ha segnato fortemente il secolo “breve”.
Scrive Clorinda Irace, “…Parte da Napoli e dalla sua creatività un evento culturale che con diversi linguaggi artistici promuove non la commemorazione ma la riproposizione di Umberto Eco. Tutti i soggetti coinvolti hanno amato i testi di Eco e con questa mostra si spera di diffonderne la conoscenza anche tra le nuove generazioni.”

GLI ARTISTI:
Francesco Alessio, Vincenzo Aulitto, Mathelda Balatresi, Antonio Barone, Monica Biancardi, Nando Calabrese, Francesco Calia, Antonio Carbone, Claudio Carrino, Marialuisa Casertano, Gabriele Castaldo, U.Ciaccio/A.Romita, Marisa Ciardiello, Franco Cipriano, Chiara Coccorese, Anna e Rosaria Corcione, V.Cortini/F.Gerla, Giancarlo Costanzo, Chiara Corvino, Laura Cristinzio, Dario Cusani, Maria Pia Daidone, Libero De Cunzo, Pina Della Rossa, Armando De Stefano, Luce Delhove, Lucia Di Miceli, Gianfranco Duro, Mario Di Giulio, Francesca Di Martino, Gaetano Di Riso, Peppe Esposito, Luciano Ferrara, Salvatore Giunta, Mauro Fiore Kronstadiano, R.Filadoro/D. Gallone, Consiglia Giovine, Francesco Giraldi, Maria La Mura, Mario Lanzione, Silvana Leonardi, Franco Lista, Francesco Lucrezi, Gabriele Marino, Rosaria Matarese, Michele Mautone, Rita Mele, Mutandis, Maya Pacifico, E.Lucrezi/L.Pagano, Rosa Panaro, Peppe Pappa, Silvana Parente, Gloria Pastore, Aulo Pedicini, S.Perrella/A.Petti, Mario Persico, Carolyn Peyron, Ivan Piano, Antonio Picardi, C.Garesio/Ellen G/G.Pirozzi, Teresa Pollidori, Annamaria Pugliese, Gualtiero Redivo, Carmine Rezzuti, Rosella Restante, Clara Rezzuti, Marcello Rossetti, Enzo Rusciano, Alba Savoi, Quintino Scolavino, Antonello Scotti, Eugenia Serafini, Grazia Sernia, P.Nasti/E.Silvestrini, Tony Stefanucci, Ernesto Terlizzi, Marianna Troisi, Ilia Tufano, Francesco Verio, Carla Viparelli.

ETTORE DE CONCILIIS



Martedì 26 giugno 2018 alle ore 16.30 presso Castel Dell’Ovo, Sala delle Terrazze, col patrocinio dell’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli e dell’Associazione Culturale Tempo Libero si inaugura Sensibili Scritture, personale di Ilia Tufano.

Resterà aperta fino al 14 luglio, Da lunedì a sabato ore 9-18.30, domenica ore 9-13. In mostra una serie di lavori in testimonianza degli esiti recenti di una ricerca da tempo centrata sulla contaminazione tra scrittura e pittura: dipinti che dalla parete si prolungano grazie a superfici specchianti sul pavimento e poi ancora dipinti ad olio, piccole installazioni e libri d’ Artista. 

“Ilia Tufano, a distanza di cinque anni , ritorna a Castel Dell’Ovo con una nuova esposizione per “raccontare”- con l’energica delicatezza che la contraddistingue- il percorso compiuto in questo tempo di intenso lavoro in cui ha realizzato tante opere per mostre collettive e personali” , esordisce così il testo che Linda Irace, presidente dell’associazione culturale Tempo Libero, nonché protagonista di numerose iniziative di successo ed acuta interprete del mondo dell’arte, ha dedicato a questa mostra.”Ancora lettere, parole, inconsueti alfabeti, tracce di scrittura che emergono da colori….prendono vita in svariati materiali come la carta ed il plexiglas di “Metamorfica luna”,opera che riprende il tema leopardiano della luce lunare ma si sovrappone quello dello specchio:la luna si riflette in un verde che allude alla vegetazione e sembra così subire una metamorfosi…..incontrare la concretezza del manto erboso, del nostro mondo di suoni e voci”

"Quell’ambiguo rinvio mimetico" è il titolo dell’ampio, impegnativo testo che Dario Giugliano ha voluto dedicare all’approfondimento in chiave filosofica di “questa mostra di Ilia Tufano, che reca l’opportuno titolo di “Sensibili scritture”, così esordisce , per poi “tornare a riflettere su alcune questioni che mi stanno particolarmente a cuore, prima tra tutte quella relativa alla scrittura cosiddetta visuale.La scrittura,si sa, è sempre qualcosa che si vede. Eppure,come aveva già notato Foucault, riflettendo sulla forma –calligramma, il proprio della scrittura è di consegnarsi ad una certa “cecità”…deve annullare e cancellare se stessa per poter essere”….”Ora in tutti i fenomeni di visualizzazione della scrittura…….si assiste ,invece, esattamente ad una modalità inversa, cioè ad un investimento proprio nell’aspetto visivo della scrittura, che finisce, emergendo come elevato in esponente, per imporsi su tutto il resto ovvero sul significato.”

“Ilia Tufano,oltre che fare esplicito riferimento al concetto di sensibilità, fin dal titolo della mostra,” prosegue Dario Giugliano,”si concentra con evidenza pure su un altro problema, quello del rispecchiamento, della riflessione, della specularità – condizione che rinvia in toto alla questione della rappresentazione o riproduzione della realtà.”Così pone in evidenza un altro tema, quello “ del meccanismo mimetico stesso,grazie al quale quell’animale del tutto particolare che è l’uomo è in grado di pensare, di pensarsi e pensando(si) di agire, modificando il (suo) mondo.”

In occasione dell’inaugurazione , a ribadire lo stretto, antico legame tra poesia e pittura si terrà un reading di poesia,i testi , che gli stessi poeti leggeranno, entreranno poi nel catalogo che sarà pubblicato dopo la mostra.Interverranno: Lello Agretti- Viola Amarelli- Giuseppe Bilotta- Alfonsina Caterino- Floriana Coppola- Marco De Gemmis- Salvatore Di Natale- Emmanuel Di Tommaso- Enrico Fagnano- Costanzo Ioni- Mimmo Grasso- Eugenio Lucrezi- Giovanna Marmo- Giorgio Moio- Paola Nasti- Marisa Papa Ruggiero- Antonio Perrone- Angelo Petrella- Antonio Pietropaoli- Ugo Piscopo- Enzo Rega- Lina Sanniti- Enza Silvestrini-Luigi Trucillo.

Con la eccezionale partecipazione di Giulia Niccolai.

La mostra è stata realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Al Giardino Segreto dell’Anima di Tramonti il 15 giugno si premia la Poesia. A Nocera Superiore il 16 giugno tredici saggi “Da Sud”, a cura di Mimmo Oliva

C’è un giardino “speciale” in un luogo speciale. A Campinola di Tramonti, sulle alture dell'immediato entroterra della Costa Amalfitana, a 7 chilometri dal mare e da Ravello, a 450 metri d'altitudine, c’è il Giardino Segreto dell’Anima della famiglia Telese-De Marco. “Segreto” perché vive essenzialmente delle emozioni ed implicazioni all'interno di se stesso e nelle "alte vedute". In questo giardino botanico sperimentale, che si compone di molti micro elementi con oltre mille varietà, varie collezioni e rari esemplari, il 15 giugno la XII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, alle ore 20.00, premia i vincitori del Concorso Nazionale di Poesia 2018 "…tra l'erbe e i fiori e a' freschi venti…” Premio Giardino Segreto dell’Anima. 

La Giuria presieduta dalla poetessa e scrittrice Sonia Giovannetti, e composta dal poeta e saggista Franco Campegiani, dalla poetessa e artista visiva Stefania Di Lino, e dal biologo vegetale, esperto di parchi e Orti Botanici, Ugo Laneri, ha indicato prima classificata Ilaria Serpi di Roma, seconda classificata Annamaria Giannini di Aprilia (Latina), terze classificate ex aequo Terry Ulivo di Roma e Clotilde Baccari Cioffi di Salerno. Nel corso della serata il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone presenterà tre raccolte di versi: Clotilde Baccari Cioffi “Fiori di…vita e poesia” (Graus), Antonino d’Esposito “Diciassette. Dici Sette” (MReditori), Giovanna Russoniello“Lanterne” (Terra del Sole).

La XII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo proseguirà poi gli appuntamenti con i “Salotti letterari” con gli autori in concorso per il Premio costadamalfilibri, maiolica realizzata dal maestro ceramista vietrese Nicola Campanile, e le due sezioni “GialloNoir” e “Antologie”, opere realizzate dalla pittrice salernitana Ida Mainenti, Sabato 16 Giugno. La kermesse culturale, che gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea, fa tappa a Nocera Superiore. Alle ore 18.30, infatti, al Baylon Cafè ospiti saranno Massimiliano Amato, Salvatore Biazzo, Alfonso Conte, Gianni Cerchia, Fabrizio Rinelli, Patrizia Sereno, Francesco Saverio Minardi, co-autori dell’antologia “Da Sud”, edita da Polis SA, unitamente al curatore della stessa raccolta Mimmo Oliva.

L'idea di “Da Sud” è quella di comporre una antologia nella quale i diversi saggi, divisi per relative e specifiche tematiche, siano legati da un unico filo conduttore rappresentato da una visione diversa, innovativa e creativa della parola e del luogo geografico "sud". Il punto di partenza della nostra riflessione è quello di uscire da una narrazione canonica del Mezzogiorno d'Italia, stretta tra le opposte visioni di rivendicazioni anti-storiche ed una inesistente questione settentrionale. In particolare, l'idea sarebbe quella di immaginare tutti gli aspetti della vita e dello sviluppo del "sud" connessi ad una dimensione ed uno sguardo non solo italiano, ma inserito in un contesto più ampio e globale. 

Ne parleranno con gli autori il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone ed il giornalista Davide Speranza. 

Maggiori informazioni sul sito www.incostieraamalfitana.it

Giovedì 21 presso Palazzo Ricca, via dei Tribunali 213, Fondazione Banco Napoli - "Bruno Leone e le sue guarattelle"

Giovedì 21 giugno, dalle 18:30, avrà luogo in esclusiva presso Palazzo Ricca, sede della Fondazione Banco Napoli - via dei Tribunali 213 - lo spettacolo di Guarattelle di e con Bruno Leone, a sostegno della campagna di crowdfunding “Arapimmo O’ Cascione” organizzata dall’Associazione Amici di Maurizio Valenzi tramite la piattaforma Meridonare.

L’obiettivo della campagna è finanziare ricerche storico-documentali che preservino dall’oblio la memoria storica della Napoli degli anni 1975 - 1983. La donazione può essere effettuata durante l’evento o tramite il portale Meridonare. Al termine dello spettacolo, un piccolo rinfresco sarà offerto dalle Cantine Pietratorcia di Ischia.

INGRESSO GRATUITO
Posti limitati, prenotazione tramite Eventbrite.
" Io sono un insegnante. Io sono un allievo. Io sono un guarattellaro ". Bruno Leone

Le guarattelle
La tradizione del teatro delle guarattelle, termine dialettale derivante da guarattino e cioè burattino, ha inizio a Napoli a partire dal '500, e vede protagonisti veri e propri attori che esprimono attraverso voce e movimenti delle mani la pluralità di sentimenti e emozioni che la scena richiede. Ogni personaggio incarna gli archetipi della realtà quotidiana, centrale è il personaggio di Pulcinella, eroe e rappresentante della gioia di vivere. Lo scopo dello spettacolo, secondo Bruno Leone, «è vincere le paure dell’uomo comune: la paura del camorrista, del prepotente, la paura del potere e della morte».
Bruno Leone e l’arte della semplicità.

Dopo l’incontro fortuito nel 1978 con Nunzio Zampella, vecchio maestro di guarattelle, Bruno Leone lascia la laurea in Architettura per dedicarsi all’apprendimento di questa antica arte napoletana facendo di una passione un vero e proprio lavoro riconosciuto in tutto il mondo. Grazie ai suoi spettacoli e al suo impegno nel sociale ha contribuito a salvare l’antica tradizione napoletana delle guarattelle, un pezzo fondamentale del nostro patrimonio culturale.

sabato 16 giugno 2018

Gambardella, de Lorenzo e Benforte nel salotto letterario di Santa Maria de’ Lama a Salerno il 18 giugno, e Premio Rossellini a Roberto Lombardi il 19 giugno ad Atrani

La XII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo prosegue gli appuntamenti con i “Salotti letterari” con gli autori in concorso per il Premio costadamalfilibri, maiolica realizzata dal maestro ceramista vietrese Nicola Campanile, e le due sezioni “GialloNoir” e “Antologie”, premiate con opere della pittrice salernitana Ida Mainenti.

Lunedì 18 Giugno la kermesse culturale, che gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea, fa tappa a Salerno. Alle ore 20.00, infatti, nella Chiesa di Santa Maria de’ Lama ospiti saranno Vincenzo Gambardella con “Come tutte le cose dell’universo” (Ad Est dell’Equatore), Leonardo de Lorenzo con “Ti presento Francesco” (Il Quaderno), Antonio Benforte “La ragazza della fontana” (Scrittura&Scritture).

Ne parla con gli autori il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone.
In collaborazione con il Touring Club del territorio salernitano ed il Conservatorio musicale “Giuseppe Martucci” di Salerno. Sottolineature musicali di Giovanna Basile e Alessandro Volpe.
Serata “speciale” quella del 19 giugno ad Atrani, come “speciale” è il Premio Roberto Rossellini che l’Associazione Maiori Film Festival consegnerà, presso la Casa della Cultura alle ore 20.00, all’attore e sceneggiatore salernitano Roberto Lombardi. In una serata tutta dedicata al cinema, con le proiezioni dei corti vincitori del Fabriano Film Fest, Festival Internazionale del Cortometraggio, gemellato con .. ..incostieraamalfitana.it, ci sarà spazio anche per presentare due lavori editoriali del Roberto Lombardi scrittore: “DNA Deutsche Nazi Anatomic” (Ex Cogita) e “Una disavventura a 5 Stelle. Ovvero Brancaleone alle urne” (L’Erudita). Sottolineature musicali affidate a Michela Ruggiero. Con il patrocinio del Comune di Atrani e in collaborazione con il Forum dei Giovani di Atrani.